la grande bugia: capitolo decimo

Quante volte avrete sentito il King dire che gli "odiosi morosi" Tate s.r.l. in liquidazione e Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. sarebbero stati condannati per "lite temeraria"?

E invece sapete chi è stato condannato per lite temeraria?

Il Condominio Villaggio Turas Residence Magomadas Bosa che dovrà pagare € 810,00 oltre interessi legali fino al saldo, di danni per lite temeraria (ex art. 96c.p.c.) alla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l..

Come abbiamo già avuto modo di raccontare, dopo l’incontro del 05/07/2022 del tentativo di mediazione obbligatoria imposto dal Tribunale di Oristano, durante il quale il “sedicente” amministratore non aveva fatto altro che ripetere in maniera ossessiva: "i condomini vogliono arrivare a un accordo" e alla domanda degli avvocati se ci fosse un’assemblea, una lettera o un pezzo di carta qualunque che supportasse questa sua affermazione aveva risposto solo con: "perché ve lo dico io".

Il Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Magomadas ha ritenuto opportuno, confutando tutte le sue precedenti affermazioni, reiterare in data 15/07/2022, cioè solo dieci giorni dopo l'incontro di mediazione, un atto di precetto basato sul decreto ingiuntivo n. 340/2015.

Al “sedicente” amministratore e ai suoi avvocati non è sembrato importante considerare che, la Corte di Appello di Cagliari con la sentenza non definitiva n. 96/2022 e pubblicata il 28/02/2022 avesse revocato il decreto ingiuntivo n. 340/2015 e che, pertanto, anche l’atto di precetto fosse diventato inefficace.

Questo rientra sempre in quell’ordine d’idee del “sedicente” amministratore che, non dovendo pagare di tasca sua gli avvocati del condominio, agisce solo spinto dal suo odio personale nei confronti della Tate s.r.l. in liquidazione e della Progetto Impresa Sviluppo s.r.l..

Certo forse ci si sarebbe aspettato che i legali del condominio, rappresentando tutti i condomini e non il solo condomino Semeraro, cercassero di dissuaderlo da un’azione così temeraria e senza senso, ma non è andata così.

A causa di tutto quanto sopra, con la sentenza del 30/01/2023  R.G. 867/2022 relativa all'opposizione alla reitera del precetto, il condominio è stato condannato a rifondere alla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. € 1.883,00 di spese processuali, e condannato ex art. 96 c.p.c. al pagamento di € 810,00 oltre interessi legali fino al saldo.

Oltre ovviamente alle parcelle degli avvocati del condominio.

Ancora più triste sorte è toccata ai soldi spesi dal Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Magomadas per il tentativo di mediazione obbligatoria imposto dal Tribunale di Oristano.

Proprio a causa di questi “repentini” e inspiegabili sbalzi di umore del “sedicente” amministratore e dei suoi legali, e per il totale disinteresse ad arrivare ad una chiusura bonaria, è stato chiuso, dopo quasi un anno, senza arrivare a un accordo.

Così com’è miseramente fallito il tentativo della Corte di Appello di Cagliari che, dopo aver offerto al condominio la possibilità di risparmiare un sacco di soldi, si è vista costretta a dover nominare un CTU che sarà nominato il 13/02/2023.

Questo comporterà che il condominio, a sua volta, oltre a dover sostenere le spese per il CTU, dovrà nominare un suo consulente di parte.

Questo significa un’ulteriore enorme quantità di denaro “buttata” per le spese legali, ma … “intanto a voi va bene così”.

Ma noi continuiamo a vincere …

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.