La grande bugia: capitolo sesto

Il concetto è di facile comprensione per le "menti semplici", in pratica consiste nel ripetere ossessivamente: "hanno comprato nel 2012, dal 2012 ad oggi quante quote condominiali hanno pagato? Nessuna! Quindi sono morosi!"

È chiaro che tutte le "menti semplici" non faranno altro che dire: "Bravo! Hai ragione, sono morosi!".

Le menti semplici sono così: entusiaste, ingenue e credulone, d'altra parte non sarebbe possibile spiegare in altro modo la durata ininterrotta di circa 18 anni del regno del King.

Come spiegare a queste "menti semplici" il concetto così difficile dei "crediti pregressi"?

Vinicio paga al King 200,00 euro l'anno di tassa per poter abitare nel regno.
Dopo dieci anni scopre che, in realtà, ogni persona che abita nel regno del King deve pagare "solo" 50,00 euro l'anno di tassa per poter abitare nel regno del King.
Il povero Vinicio, in pratica, ha pagato la tassa per poter abitare nel regno del King per quattro persone pur essendo solo ...
Vinicio in dieci anni ha pagato 2.000,00 euro mentre avrebbe dovuto pagarne solo 500,00.

In tutto il resto del mondo i 1.500,00 euro che il povero Vinicio ha pagato in più senza che ce ne fosse una ragione vengono definiti come "crediti pregressi".

Grazie a questi 1.500,00 euro di "crediti pregressi, il povero Vinicio non dovrebbe più pagare la tassa per abitare nel regno del King per i prossimi 30 anni.

Nel regno del King i 1.500,00 euro pagati in più non esistono e il povero Vinicio dovrà continuare a pagare 200,00 euro l'anno per tutta la vita.

Purtroppo per il King quando si esce dalla "giustizia" del suo regno e si arriva alla Corte di Appello di Cagliari c'é qualcuno che gli può dire "non è così!" il povero Vinicio non deve più pagare per i prossimi trenta anni!

Sappiamo che la volontà della Corte di Appello di Cagliari entra ed esce dalle reali orecchie del King senza lasciare traccia, tantoché stiamo ancora pagando le quote condominiali come ha deciso lui e non come ha stabilito la Corte di Appello di Cagliari.

Come abbiamo già avuto modo di riferirvi, nell'analisi delle spese legali, il King, senza avere il potere di farlo, è ricorso in appello contro la condanna del condominio Villaggio Turas Residence a rimborsare 4.035,00 euro di spese processuali alla Tate s.r.l., e da King furbetto qual'è voleva utilizzare questo ricorso in appello per ritardare da parte della Corte di Appello di Cagliari la revoca del decreto ingiuntivo 340/2015 fatto alla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l..

Ma la Corte di Appello di Cagliari non ci è cascata ed ha revocato il decreto ingiuntivo 340/2015 fatto alla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l., ovviamente il costo delle considerevoli e inutili spese legali è stato pagato dagli ignari condomini del condominio Villaggio Turas Residence.

La Corte di Appello di Cagliari ha offerto al temerario amministratore del condominio Villaggio Turas Residence la possibilità di fare una transazione in modo da evitare agli ignari condomini del condominio Villaggio Turas Residence di spendere altri soldi di inutili spese legali.
Di fatto la Corte di Appello di Cagliari ha già accettato tutte le osservazioni fatte dalla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. sull'errata impostazione del calcolo delle quote condominiali del temerario amministratore del condominio Villaggio Turas Residence, come riportato nella sentenza non definitiva della Corte di Appello RG. 374_19.
Nel caso in cui, il temerario amministratore del condominio Villaggio Turas Residence, riuscisse a farsi autorizzare a continuare una causa già persa da una delle sue famose assemblee con 12 condomini fatta il 29 dicembre del 2022, la Corte di Appello di Cagliari nominerà un consulente tecnico di ufficio, CTU, che, pagato dal condominio Villaggio Turas Residence, dovrà quantificare, secondo i criteri già stabiliti nella sentenza non definitiva della Corte di Appello RG. 374_19, quale sia il "credito pregresso" della Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. per le quote condominiali pagate in più nel corso degli anni riferite all'ex ristorante pizzeria Le Ginestre.
Ovviamente il condominio Villaggio Turas Residence dovrà pagare anche un consulente tecnico di parte (CTP) per fare delle osservazioni alla relazione del CTU nominato dalla Corte di Appello di Cagliari.

Il temerario amministratore del condominio Villaggio Turas Residence si è impegnato con la Corte di Appello di Cagliari a sottoporre a tutti i condomini la sentenza non definitiva RG. 374_19 in modo che possano decidere se fare una transazione basata sulle linee guida già stabilite dalla Corte di Appello di Cagliari per fare i conteggi o scegliere la strada più costosa e sicuramente infruttuosa della nomina del CTU.

Non avendo notizie di una prossima assemblea, abbiamo ritenuto "opportuno" che tutti potessero avere la possibilità di calcolare i "crediti pregressi" della Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. (non è un calcolo complicato da fare), leggendo o scaricando, la sentenza non definitiva della Corte di Appello RG. 374_19.

Cliccate qui per tornare alla Home Page

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.