la grande bugia: capitolo tredicesimo

Ci risiamo… dopo che l’ultimo traghetto con a bordo l’ultima macchina dell’ultimo condomino continentale ha salpato l’ancora, oppure, dopo che l’ultimo volo con a bordo l’ultimo condomino continentale è decollato, il “nostro” convoca l’ennesima assemblea farsa che per l’ennesima volta vedrà le deleghe vere o presunte, i presenti veri o presunti, votare i desiderata di colui il quale con abnegazione assoluta senza guadagnarci assolutamente nulla ma anzi, dilapidando anche tutta la sua pensione di ex poliziotto, ha reso il villaggio Turas famoso in tutta Europa...

Leggi tutto: la grande bugia: capitolo tredicesimo

la grande bugia: capitolo dodicesimo

Dobbiamo decidere se le assemblee del condominio Villaggio Turas residence Bosa Magomadas, ammesso che esista, siano solo un rito tribale collettivo che viene compiuto per osannare il capo tribù giustificandone i comportamenti scorretti e le omissioni e che poi “costringe” 125 condomini a sborsare 294.000,00 euro o siano una cosa seria.
Non è possibile accettare che rappresentanti della Guardia di Finanza, dell’arma dei Carabinieri, gli stessi avvocati del condominio, avallino il comportamento di un singolo che agisce in totale spregio della legge e di ben due sentenze della Corte di Appello di Cagliari.

Leggi tutto: la grande bugia: capitolo dodicesimo

la grande bugia: capitolo undicesimo

Ci risiamo ...

Ogni tanto l'unico neurone che alberga nella testolina dell'amministratore si mette in moto e lui che fa?

Convoca una assemblea in un periodo nel quale sa perfettamente che non ci sarà nessuno.

Sarebbe interessante capire come potremmo, secondo l'amministratore del condominio, approvare un bilancio consuntivo redatto con il più totale spregio del codice civile e di ben due sentenze della Corte di Appello di Cagliari.

Leggi tutto: la grande bugia: capitolo undicesimo

la grande bugia: capitolo decimo

Quante volte avrete sentito il King dire che gli "odiosi morosi" Tate s.r.l. in liquidazione e Progetto Impresa Sviluppo s.r.l. sarebbero stati condannati per "lite temeraria"?

E invece sapete chi è stato condannato per lite temeraria?

Il Condominio Villaggio Turas Residence Magomadas Bosa che dovrà pagare € 810,00 oltre interessi legali fino al saldo, di danni per lite temeraria (ex art. 96c.p.c.) alla Progetto Impresa Sviluppo s.r.l..

Come abbiamo già avuto modo di raccontare, dopo l’incontro del 05/07/2022 del tentativo di mediazione obbligatoria imposto dal Tribunale di Oristano, durante il quale il “sedicente” amministratore non aveva fatto altro che ripetere in maniera ossessiva: "i condomini vogliono arrivare a un accordo" e alla domanda degli avvocati se ci fosse un’assemblea, una lettera o un pezzo di carta qualunque che supportasse questa sua affermazione aveva risposto solo con: "perché ve lo dico io".

Leggi tutto: la grande bugia: capitolo decimo

la grande bugia: capitolo nono

Il giorno 11/01/2022 abbiamo ricevuto una PEC dal condominio con questo testo di accompagnamento:
Cari condomini,

in allegato inoltro:

  1. verbale assemblea del 6 gennaio 2023.
  2. la mia relazione, peraltro già inviatavi con la precedente comunicazione.
  3. la mia risposta agli enti destinatari contro le farneticazioni di qualche infelice!!!!!
  4. Ho superato gli 80!! Aspetto con pazienza il prossimo candidato amministratore.

Distinti saluti

Analizzeremo i documenti che ci ha inviato il Sig. Rocco Semeraro in ordine cronologico.

Leggi tutto: la grande bugia: capitolo nono

La grande bugia: capitolo ottavo

Avrei voluto cominciare dicendo che il 6 gennaio i re magi non saranno più tre ma che sono diventati quattro e che porteranno oro incenso mirra e bugie ma non più a Betlemme bensì alla capanna che è stata spostata al Villaggio Turas, mentre la mangiatoia è stata messa fra l'amministratore e il dottore.

Poi mi sono reso conto che nessuno di voi avrebbe capito questo “sottile” umorismo sicuramente fuori luogo in quanto è più appropriata una grande tristezza.

Perché vedere circa 225 persone che si fanno prendere in giro da un “guitto” ottantenne è veramente triste.

Accettare che nessuno dica nulla sul fatto che il sedicente amministratore di un villaggio turistico estivo convochi l’assemblea di condominio il 6 gennaio, sostenendo che molti proprietari trascorrono le festività al villaggio, equivale a dire: siamo alla tua mercé puoi farci tutto quello che vuoi!

Noi, il tuo gregge, ti seguiremo ovunque.

Leggi tutto: La grande bugia: capitolo ottavo

La grande bugia: capitolo settimo

In effetti fare un'assemblea sarebbe stato difficile dopo tutto il lavoro che l'amministratore ha dovuto fare nel corso dell'anno che è passato.

Lo sanno tutti che l'amministratore piuttosto che fare un'assemblea preferisce far parlare i fatti.

Ed i fatti sono rappresentati dalla sua ultima decisiva vittoria costituita dalla sentenza della Corte di Appello del 13/07/2022 relativa alla causa R.G. n. 207/2020 che testimonia delle sue capacità, della sua lungimiranza e del suo immenso attaccamento al "nostro villaggio".

Chi altro avrebbe potuto spendere più di € 8.100,00 circa, oltre al saldo finale delle parcelle degli avvocati, per risparmiarne € 1.345,00?

Leggi tutto: La grande bugia: capitolo settimo

La grande bugia: capitolo sesto

Il concetto è di facile comprensione per le "menti semplici", in pratica consiste nel ripetere ossessivamente: "hanno comprato nel 2012, dal 2012 ad oggi quante quote condominiali hanno pagato? Nessuna! Quindi sono morosi!"

È chiaro che tutte le "menti semplici" non faranno altro che dire: "Bravo! Hai ragione, sono morosi!".

Le menti semplici sono così: entusiaste, ingenue e credulone, d'altra parte non sarebbe possibile spiegare in altro modo la durata ininterrotta di circa 18 anni del regno del King.

Come spiegare a queste "menti semplici" il concetto così difficile dei "crediti pregressi"?

Vinicio paga al King 200,00 euro l'anno di tassa per poter abitare nel regno.
Dopo dieci anni scopre che, in realtà, ogni persona che abita nel regno del King deve pagare "solo" 50,00 euro l'anno di tassa per poter abitare nel regno del King.
Il povero Vinicio, in pratica, ha pagato la tassa per poter abitare nel regno del King per quattro persone pur essendo solo ...
Vinicio in dieci anni ha pagato 2.000,00 euro mentre avrebbe dovuto pagarne solo 500,00.

Leggi tutto: La grande bugia: capitolo sesto